A cura della Redazione

Si allarga l’infestazione da parassiti intestinali (ascari lubricoides) tra gli alunni delle scuole del territorio. Ai 33 casi già segnalati all’Asl tutti della scuola “Parini-Rovigliano, se ne sono aggiunti altri quattro, mentre altri sette bambini, sempre della scuola di via Mortelleto, sarebbero affetti da parassiti.  

Intanto si registrano due casi fuori del territorio cittadino: uno presso la scuola elementare D’Angiò di via Vesuvio a Trecase e l’altro presso la scuola Santa Maria Salome a Boscoreale.

Le voci di altri due casi sospetti al II circolo di via Tagliamonte e al I Circolo di via Cavour di Torre Annunziata non sono confermate. “Se non c’è la relativa certificazione da parte di pediatri – dicono all’Asl – noi non ne veniamo a conoscenza”.

Intanto i controlli presso 14 famiglie di bambini infestati dai parassiti hanno dato esito negativo. Le condizioni igieniche delle abitazioni erano più che buone e pertanto si è escluso che il focolaio possa avere avuto inizio per scarsa pulizia.

Un dato è certo: la quasi totalità dei casi di infestazione parassitaria è stata riscontrata tra gli alunni della “Parini-Rovigliano” e, pertanto, è da qui che bisognerebbe iniziare per cercare di trovare eventuali cause.

Il sospetto è che il maltempo di un mese fa, con l’allagamento del piazzale antistante il plesso scolastico, abbia portato qualche danno alla vasca di tenuta, con la fuoriuscita di liquami fognari. Per ora è solo un’ipotesi che andrebbe verificata.

Intanto al II circolo didattico “G. Siani” molte mamme non stanno mandando i figli a scuola per le precarie condizioni igieniche dei bagni. La ditta di pulizia – secondo quanto dichiarato da loro stesse – non entrerebbe in servizio prima di marzo. Nel frattempo per ovviare a tale situazione il preside ha incaricato i collaboratori scolastici a provvedere alla pulizia. I genitori, invece, chiedono una "sanificazione ambientale" di tutto il plesso scolastico.