A cura di Antonio Gagliardi

Coronavirus, ancora in calo la curva dei contagi nell’ultima settimana a Torre Annunziata.

In un mese i contagi sono diminuiti dai 197 (periodo 6/12 marzo) ai 44 di questa settimana (3/9 aprile). Passando per i 76 contagi registrati dal 20 al 26 marzo, ai 54 contagi (27 marzo-2 aprile). Rispetto alla settimana scorsa, quindi, c'è stato un ulteriore calo di contagi del 18,5%.

Secondo questi numeri, Torre Annunziata, in un'ipotetica collocazione, potrebbe essere inserita in fascia gialla, visto il numero esiguo dei suoi contagi settimanali.  Ma come si sa, il calcolo per l’assegnazione delle fasce viene fatto a livello regionale e non locale.

Allora vediamo come sta messa la regione Campania. L’ultima settimana, dal 3 al 9 aprile, sono stati registrati 11.513 contagi, 1.864 in meno rispetto alla settimana precedente, (26 marzo-2 aprile), in cui i contagi erano stati 13.377. 

In sostanza, dai 17.037 contagi della settimana compresa tra il 13 e 19 marzo si è passati ai 11.513 di questa settimana, con un calo del 32,4%. Il limite da superare per entrare direttamente in fascia rossa (secondo il rapporto 250 contagiati a settimana per ogni 100mila abitanti) è di 14.280 contagiati settimanali. Quindi la Campania, dati alla mano, sarebbe ben al di sotto di tale limite. E allora perché è rimasta in fascia rossa? Probabilmente la nostra regione ha ancora un alto indice Rt, superiore all’1%, mentre la media nazionale è allo 0,92%. 

Non ci resta, quindi, che attendere la prossima settimana e sperare che il calo registrato negli ultimi 7 giorni si consolidi e faccia scendere l'indice Rt al di sotto dell'1%.

Possiamo e dobbiamo farcela, non fosse altro per riconquistare finalmente quella normalità di cui sentiamo tanto la mancanza.