Ferro da stiro, vino in eccedenza, mele...

Se il vostro ferro da stiro è incrostato di calcare intorno ai fori dai quali esce il vapore, potete pulirlo facilmente senza ricorrere a prodotti chimici abrasivi. E’ sufficiente che ci spalmiate sopra un poco di dentifricio e lo strofiniate delicatamente con un panno. Poi passateci sopra con una spugna umida per eliminare i residui di dentifricio.

Avete riposto gli abiti per una intera stagione in naftalina? Se il suo odrore ristagna nell’armadio, potete eliminarlo preparando una soluzione di alcol e succo di limone, miscelati in pari quantità. Versate la miscela in una bottiglia provvista di vaporiz-zatore spray e spruzzatela nell’armadio.

I colori del velluto tendono a sbiadire, specialmente quelli più accesi. Per prevenire il problema, immergete i capi, quando sono ancora nuovi, in un bagno di acqua fredda e aceto. Poi, ripetete l’operazione di tanto in tanto.

Se volete che i vostri vestiti neri di cotone abbiano sempre un colore brillante, ogni tanto ricordatevi di risciacquarli con la birra.

La teiera o la caffettiera hanno preso odore di chiuso? Lavatele, asciugatele e poi metteteci dentro una zolletta di zucchero. Dopo un paio di giorni l’odore scomparirà.

Se avete in casa del vino che non vi piace, fatelo bollire con una prugna e un po’ di zucchero: diventerà una gustosa salsa per arrosti.

Per mantenere le mele fresche, avvolgetele in un tovagliolo di carta.