Pentole, oggetti in metallo, la pipì del cane e del gatto...

Per eliminare il verderame che si forma sugli oggetti in bronzo, aggiungete una presa di sale a un bicchiere di aceto e fatelo scigliere. Poi intengetevi un vecchio spazzolino da denti e passatelo sui punti critici: le macchie se ne andranno completamente.

Se le vostre pentole in alluminio risentono dei segni del tempo e sono diventate opache, farle brillare di nuovo è semplicissimo. In una tazzina versate un cucchiaino d’olio e qualche goccia di acetone, mescolate e poi intingetevi una spugna. Passatele quindi sulle pentole: torneranno come nuove.

Gli oggetti in metallo tendono ad annerire. Per ovviare a questo inconveniente, una volta puliti e lucidati, spruzzateli con un velo di lacca per capelli. Rimarranno splendenti per molto tempo.

Se avete tagliato un frutto ma non lo avete consumato del tutto e volete mantenerlo fresco, mettete un po’ d’acqua in un piattino con un pizzico di sale e riponetelo in frigo con la polpa nell’acqua: il frutto, così, non si ossiderà e resterà come appena tagliato per un paio di giorni. Ma non di più!

Se le vostre pentole d’acciaio sono coperte di macchie scure, potete farle tornare splendenti: coprite le macchie con un pizzico di bicarbonato inumidito, fate agire per qualche minuto e poi strofinate con un tappo di sughero.

La tovaglia si è sporcata con la frutta? Tamponate le macchie con una miscela di succo di limone e aceto in parti uguali. Poi fate riposare al sole per circa un’ora. Quindi lavate come di consueto.

Il gatto o il cane hanno fatto pipì sul tappeto? Tamponatela con carta da cucina e poi passatevi sopra un panno inumidito con una soluzione composta per metà di aceto di vino bianco e metà di acqua. Lasciate asciugare e poi strofinate la zona con una sorta di pastella fatta con il bicarbonato di sodio, qualche goccia di detersivo per piatti e mezzo bicchiere di acqua ossigenata.