La cellulite è una condizione tipicamente femminile, che affligge la maggior parte delle donne. La riduzione della cellulite è possibile attraverso l’utilizzo di diverse strategie. Il sito @viversani propone 10 alimenti utili per combatterla.

  • Basilico. Questa erba aromatica molto ricca di magnesio, è in grado di migliorare la circolazione sanguigna, contribuendo al miglioramento della condizione di cellulite. Il basilico può essere utilizzato fresco per abbellire e donare maggiore sapore alle nostre pietanze o può essere utilizzato per la preparazione di tisane e infusi. Sottolineiamo che l’impiego delle erbe dovrebbe avvenire sotto controllo del proprio medico poiché in grado di interferire con eventuali terapie farmacologiche.
  •  Cannella.  Anche questa spezia è in grado di migliorare la circolazione sanguigna e di eliminare le tossine accumulate all’interno del corpo, responsabili dell’infiammazione che, secondo alcuni studiosi, è una delle cause della cellulite. Anche la cannella può essere impiegata per la preparazione di infusi, o per aromatizzare dolci e piatti dal sapore esotico. Inoltre la cannella può essere utilizzata per la preparazione di olii da massaggio, secondo alcuni studi, utili per la riduzione della cellulite.
  •  Guava.  E’ uno tra i frutti più ricchi al mondo di vitamina c, una vitamina necessaria per la produzione del collagene, quindi utile per favorire l’elasticità della pelle. La vitamina C è inoltre un importante sostanza anti-ossidante, in grado di diminuire lo stress ossidativi che troviamo nell’ambiente cellulare. Un consiglio per il consumo di questo frutto? Semplicemente così com’è o “condito” con spezie a piacere.
  • Succo d’arancia.  Rappresenta un’altra tra le principali fonti di vitamina C, che come abbiamo già visto è utile per combattere la cellulite. Da gustare fresco, con arance possibilmente appena colte. È possibile utilizzare anche la scorza d’arancia per la preparazione di dolci e infusi
  • Tè verde. Stimola l’ossidazione lipidica, favorendo quindi la perdita di grasso che, come abbiamo anticipato, è uno degli aggravanti della condizione di cellulite. Il suo utilizzo, quindi, può aiutare a migliorare la situazione. Da scegliere con cura, possibilmente in foglie e da rivenditori selezionati e da lasciare in infusione 5 minuti prima di consumarlo.
  • Olio di germe di grano. E’l’alimento più ricco al mondo di vitamina E, una vitamina ad aziona anti-ossidante e pertanto utile nella lotta alla cellulite. Quest’olio può essere utilizzato come condimento a crudo, per insaporire le pietanze, ed eventualmente in sostituzione saltuaria all’utilizzo del comune olio extravergine di oliva.
  •  Semi di uva. Sono potentemente antiossidanti e in grado di inibire l’azione di enzimi in grado di degradare il collagene.
  • Melograno. Così come i semi d’uva, anche il melograno è un potente antiossidante utile a inibire l’azione delle collagenasi. Il melograno può essere consumato da solo o utilizzato per la preparazione di saporite insalate. Oppure può essere consumato quale succo.
  • Liquirizia. Migliora la condizione di resistenza insulinica, spesso collegata alla cellulite. Da consumare al naturale, senza che venga trasformata e zuccherata. Vi consigliamo di non esagerare con questo alimento che potrebbe avere effetti indesiderati e aumentare la ritenzione idrica.
  • Ginkgo Biloba. Potente antiossidante in grado di migliorare la circolazione sanguigna e l’elasticità dei capillari. Il ginkgo biloba può essere utilizzato per la preparazione di tisane, sotto consiglio del proprio medico o erborista di fiducia in quanto ha diverse controindicazioni (ad esempio è assolutamente controindicata l’assunzione in concomitanza di farmaci anticoagulanti). Si consiglia sempre di utilizzare le foglie di Ginkgo Biloba, acquistate in erboristeria, piuttosto che infusi pre-confezionati.