Se il soffione della vostra doccia è incrostato di calcare, riempite un sacchetto di plastica con dell’aceto, inseritevi il soffione e sigiullate con un elastico. Lasciate agire tutta la notte e poi togliete “l’imbragatura”: il soffione tornerà come nuovo.

Per evitare di inciampare in un tappeto, il cui angolo è rialzato, metteteci sopra uno straccio umido su cui porrete un pezzo di plastica e infine una pila di libri. Lasciatelo così per parecchie ore e... non ri rialzerà più.

Se vi è avanzato del tè particolarmente forte, usatelo freddo per lucidare gli oggetti ed i mobili laccati di nero. Asciugate quindi velocemente servendovi di un panno morbido e pulito.

Avete smacchiato la poltrona o il divano di velluto? Per evitare che si formi l’alone nel punto in questione, asciugateli subito con il phon tiepido.

Se volete fabollire l’acqua della pentola in un baleno, mettete uno strofinaccio bagnato sul coperchio: accorcerà i tempi.

Le calze di nylon dureranno di più se avrete l’accortezza di bagnarle in acqua fredda appena tolte dalla confezione, prima di usarle.

Un cucchiaio di zucchero sciolto in mezzo litro d’acqua aiuterà una piantinache sta mettendo le radici a crescere più in fretta.

Se dopo aver tinteggiato le pareti vi ritrovate con le mani macchiate di vernice, non usate l’acquaraggia: vi seccherebbe, infatti, la pelle. Strofinatele semplicemente con olio d’oliva, eliminatene l’eccesso con carta assorbente e poi lavatele.