- Recuperate le parti più carnose delle foglie esterne e i pezzi meno fibrosi dei gambi di carciofo: lessateli, passateli al passaverdura e usateli per insaporire minestre, ripieni, torte salate.

- Per evitare che si anneriscano durante la preparazione è importante tenere i carciofi immersi in acqua e limone fino al momento della cottura.

- I carciofi possono ridurre i livelli di colesterolo nel sangue grazie alla cinarina, una sostanza presente nelle foglie che è anche benefica per fegato e reni. Il cuore contiene, invece, acido clorogenico, un antiossidante naturale utile per prevenire le malattie cardiovascolari.

- Per trarre i maggiori benefici dal carciofo occorre consumarne 100 grammi al giorno per un periodo prolungato. E' meglio mangiarlo fresco, o in insalata con scaglie di grana.