I principi attivi e benefici sono contenuti nelle foglie che sono ricche di flavonoidi, di vitamina B1 e C e di un olio essenziale contenente tujone, che conferisce il tipico odore e sapore.

- Aiuta gli organi digestivi in casi di sovraccarico e di dilatazione addominale, svolge funzione coleretica. Infatti stimola la produzione della bile, e antispasmodica per stomaco e intestino, perché agisce come rilassante della muscolatura liscia. Per questo è utile in caso di intestino irritabile, spasmi all’apparato digerente o contro i dolori mestruali.

- È una dalle cui foglie si ricava l‘olio essenziale. Ha proprietà antisettiche e balsamiche, ed è ideale in caso di infezioni intestinali e in quelle della bocca e come cicatrizzante per ferite, e per curare raffreddore, tosse, mal di gola e febbre.

- Regolarizza il flusso mestrualeattenua i disturbi del ciclo e della menopausa, soprattutto le vampate di calore, e favorisce il flusso mestruale in caso di amenorrea, perché stimola il sistema ormonale femminile.

- Si può ricorrere ad una tisana alla salvia  sia in caso di mal di stomaco, perché favorisce le secrezioni gastriche e migliora la digestione, sia in caso di ascessi e gengiviti, così come faringiti e laringiti ed altre affezioni respiratorie, grazie alla sua azione balsamica.

- Si può preparare mettendo in infusione 1 cucchiaino di foglie secche tritate di salvia per 10 minuti. Filtrate, aggiungete del succo di limone e addolcite con miele.