Il sale caldo, ritenuto da molti erronamente un semplice rimedio della nonna, è in realtà un prodigioso rimedio naturale contro cervicalgie, dolori muscolari, reumatismi, torcicollo, oltre ad essere consigliato nei casi di sciatalgie, dolori mesturali, sinusiti, mal di denti o mal di testa, mal d’orecchio, bronchiti e catarro, emanando un calore consistente, duraturo ma soprattutto asciutto che aiuta a togliere l’umidità della zona dolorante.

Un’ottima soluzione, semplice ed economica, è quella di realizzare un cuscino di sale caldo, per cui occorre semplicemente far scaldare, in una padella antiaderente, un kg di sale grosso di ottima qualità, integrale, iodato o rosa dell’Himalaya, reperibile nelle drogherie o negli ipermercati, fino a quando non inizia a scoppiettare.

Versatelo in una federa in flanella, lino o cotone o in un canovaccio e annodate bene. L’ideale sarebbe procurarvi una federa a forma di ferro di cavallo come quella usata nei viaggi in aereo, poggiandola sulla parte dolorante, o sul petto, in caso di affezioni respiratorie. E’possibile utilizzare il cuscino di sale caldo per 4 volte, dopo le quali è consigliabile sostituirlo. Insieme al sale potete aggiungere alcune gocce di essenze per aumentarne l’efficacia. In particolare menta, timo e eucalipto contro bronchiti e catarro; lavanda o rosa per la cervicale e biancospino per il mal di testa.

Il cuscino di sale stavolta freddo è indicato, invece, per ematomi, contusioni, infiammazioni e altri casi in cui serve il freddo e non il caldo. Per realizzarlo, avvolgete il cuscino di sale in un sacchetto di plastica e ponete in frigo per 3 ore prima dell’utilizzo.

I cuscini di sale sono un’ottima alternativa naturale all’abuso di antidolorifici e antinfiammatori, donando sollievo in modo semplice, economico ed efficace.