Per frenare la diarrea appena si presenta, ci sono però alcuni rimedi naturaliparticolarmente efficaci da provare. Il primo è la spremuta di limoni, da bere diluita con acqua, se il sapore ci risulta troppo pungente, ma rigorosamente senza zucchero. Deglutiamo la soluzione preferibilmente lontano dai pasti, per fare in modo che arrivi subito dove deve arrivare.

Possiamo mangiare una ventina di minuti dopo in modo leggero, per evitare che il limone preso a digiuno ci possa dare fastidio allo stomaco. L'ideale è una porzione piccola di riso in bianco, appena bollito che, esattamente come gli agrumi, ha effetto astringente sul nostro intestino.

C'è chi al succo di limone preferisce invece l'aceto di sidro di mele, da diluire con acqua in parti uguali. Questo prodotto è utile se sospettiamo che la diarrea sia causata da un'infezione batterica, perché l'aceto vanta proprietà antibiotiche. In più contiene pectina, utile contro gli spasmi tipici degli attacchi di dissenteria.

Due altri ottimi rimedi della nonna per fermare la diarrea sono poi l'argilla ventilata e la farina di carrube, due polveri naturali che vanno diluite nei liquidi e che hanno potere solidificante nei confronti delle feci. L'argilla va assunta preferibilmente lontano dai pasti ben amalgamata in acqua, mentre la farina di carrube può essere mescolata a zuppe e passati.

Ottima, in caso di diarrea, la zuppa di carote, dagli effetti anti-dispeptici e perfetta anche per reintegrare liquidi e sali minerali, che normalmente si perdono molto velocemente in questi casi. Parallelamente alla cura della dissenteria, è bene infatti mantenersi idratati per limitare i danni.