In base ai gusti personali, mescolando i più comuni ingredienti della dispensa, si possono, comunque, creare tre formule: liquida, in crema e in olio.

L’ora del tè nero
L’ingrediente principale di questa ricetta è il tè nero, meglio se organico. Lasciato riposare 8 minuti, sotto forma di 8 bustine (per pelli chiare) o 16 (per pelli scure), in acqua bollita (450 millilitri) insieme a un estratto di vaniglia, crea un liquido abbronzante e aromatico. Una volta raffreddato naturalmente, si versa in una bottiglietta spray e si vaporizza sulla pelle, distribuendolo poi in ogni angolo del corpo con le mani. Conviene applicarlo più volte (fino a un massimo di quattro o cinque volte, a seconda dell’intensità cromatica che si vuole ottenere) e ogni volta va lasciato asciugare per bene. L’intensità dipende anche da quanto tempo le bustine di tè sono rimaste in immersione: più ci restano e più il liquido, e di conseguenza la pelle, diventerà scuro. Il prodotto avanzato si conserva in frigorifero fino a due settimane, custodito dentro un contenitore di vetro.

La crema/dessert alla cioccolata
Si sa che il cacao è un ingrediente profondamente idratante, se applicato sulla pelle. Meno conosciute sono le sue proprietà abbronzanti, protagoniste di questa lozione. La ricetta è semplice: basta prendere una lozione idratante, inodore e dalla texture bianca, (ne basta una tazza) e aggiungere polvere di cacao (meno della metà di una tazza). Dopo aver miscelato bene con una forchetta o con una frusta manuale, per sciogliere ogni grumo, si ottiene una golosa crema abbronzante, in grado di colorare all’istante la pelle. Per dosare il colore basta regolare la quantità di polvere considerando che la tinta della miscela è sempre molto più scura di come apparirà poi una volta spalmata sulla pelle. Si conserva, poi, per alcuni giorni, sigillata in una contenitore.

Con un poco di zucchero (di canna) nasce l’olio
C’è chi sostiene che l’olio sia la formula autoabbronzante migliore perché si lascia stendere con facilità e permette di non lasciare striature e macchie di colore sulla pelle. Per provare a farne uno a casa servono: 2 litri abbondanti di acqua naturale, mezzo chilo di carote e due tazze di zucchero di canna. Una volta tagliate le carote a fettine sottili si fanno cuocere in acqua insieme allo zucchero: tre ore a fuoco lento. Si ottiene, così, un olio naturale che, raffreddato per bene, si può spruzzare o versare e spalmare sulla pelle. Per colorarla e idratarla. Un’applicazione alla settimana è sufficiente per far sì che la finta abbronzatura resti perfetta.