A cura di Mario Cardone

Proseguono le indagini dei carabinieri per individuare ed arrestare i tre malfattori che nella serata di sabato scorso hanno messo a segno una rapina nello studio medico di uno specialista sito nella traversa di via Sant’Abbondio a Pompei. Sono particolarmente sotto esame le modalità di un "colpo" singolare, dal momento che non è avvenuto nei confronti di una clientela che frequentava uno studio medico della mutua (quindi molto frequentato e che dava l’opportunità di un ricco bottino).

Lo studio medico preso di mira, al contrario, è gestito in forma anonima e non è molto frequentato in quanto di natura privata e specialistica. Il fatto che i rapinatori siano entrati minacciando con la pistola l’unico utente, per poi rapinare il medico specialista titolare, portando via la somma di 2.500 euro, e scappare successivamente col maltolto, fa pensare ad una banda di delinquenti entrata a conoscenza delle abitudini del professionista.

Quest'ultimo, tra l’altro, è il fratello della titolare di una farmacia storica del quartiere di Messigno a Pompei (attualmente trasferita in Parco Maria), che ha avuto in passato molta notorietà a causa del numero elevato di rapine che ha subito nei locali del quartiere sito nella periferia a sud della città mariana.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook