A cura di Mario Cardone

Una disposizione a firma del comandante della Polizia Municipale di Pompei, Gaetano Petrocelli, ordina la presenza in servizio del personale nei prossimi giorni di festa, facendo riferimento a precise direttive della Prefettura di Napoli, recepite dal segretario generale del Comune.

Le stesse sono motivate dalla necessità di tutelare al meglio la sicurezza in questi giorni di festività natalizie in cui (per esperienza) si verificano frequentemente episodi di disordini e di illegalità che comportano ferimenti delle persone e danni alla proprietà privata causati all’uso imprudente dei fuochi d’artificio e da atti vandalici, spesso ad iniziativa di babygang che ricorrono sempre più frequentemente alla violenza nelle strade, specie nel corso delle ore serali e notturne quando la sorveglianza è minore.

La direttiva di servizio emanata del comandante Petrocelli è stata interpretata in vario modo dai vigili urbani e sono stati consultati i sindacati per decidere come regolarsi nel merito. L’orientamento prevalente sarebbe al momento quello di mantenere l’astensione dal servizio nei giorni festivi di Natale e Santo Stefano, ma anche a Capodanno e all’Epifania, come è stato fatto nelle festività precedenti, dal momento che da circa sei mesi il personale in servizio presso la Municipale di Pompei non riceve l’indennità di turno, che ammonta a circa 200 euro mensili.

Uno stato di cose che ha inciso profondamente sul clima aziendale da quando che è stata denunciata dai revisori dei conti l’inadeguatezza del fondo accessorio per il personale da cui dovrebbero uscire i soldi per il pagamento delle indennità, che compensa il sacrificio di svolgere un servizio variabile e ricade a turno anche nei giorni festivi. La cosa peggiore è che a sei mesi dallo stop al pagamento di queste indennità, determinato dalla segnalazione dell’organo di controllo contabile, ancora non si sa quali sono i reali motivi che hanno determinato l’ammanco contabile.

Vale a dire come sono stati diversamente spesi i soldi che dovevano andare ai dipendenti comunali impegnati nel settore della Polizia Municipale. Né si sa ancora con esattezza per quanto tempo ancora i vigili urbani di Pompei troveranno circa 200 euro in meno nella loro busta paga.