A cura di Mario Cardone

Domenica pomeriggio una buca profonda in piazza Immacolata ha costretto il nucleo operativo della volante della P.S. di Pompei a sostare nei pressi del luogo del pericolo per evitare spiacevoli incidenti stradali ad automobilisti di passaggio.

Fortunatamente un’oretta dopo la buca è stata colmata con pietrisco grazie all’intervento del consigliere comunale di maggioranza Giuseppe La Marca, che è oramai diventato, a Pompei, il punto di riferimento delle forze dell’Ordine per gli interventi di urgenza di questo tipo, dal momento che la ben nota incapienza del fondo complementare ha colpito non solo i turni dei vigili urbani, ma anche la reperibilità degli operai.

La conseguenza di questa situazione è che una voragine che si apre sul selciato stradale nel fine settimana viene chiusa con l’asfalto solamente la mattina del lunedì successivo, come è di fatto successo per la buca di domenica 24 marzo. Improvvisazione e buona volontà stanno facendo affrontare ai pompeiani l’emergenza delle buche stradali che, si spera,  non duri in eterno .

Un brutto periodo per la città di Pompei, dove le strade sono piene di buche ed il personale comunale (nello specifico operai e vigili urbani) hanno turni di servizio e reperibilità che non corrispondono alle esigenze di sicurezza dei residenti e dei 20mila visitatori che ogni giorno usufruiscono di servizi essenziali.

Intanto nessuno sa o finge di non sapere, come è successo al sindaco Amitrano quando, recatosi a Roma per affrontare le emergenze, si è sentito dire “ci informiamo e le faremo sapere”.

Nel frattempo il dato di fatto è che carabinieri ed agenti di pubblica sicurezza devono sottrarre tempo all’attività di controllo del territorio per sopperire alle assenze dei colleghi vigili urbani. Ne ha dovuto presto prendere attom anche la vicequestore Stefania Grasso, che in questi giorni è subentrata al collega Lamanna, rammaricata di non poter oggettivamente imprimere all’attività di prevenzione l’impulso (riguardo ai controlli) che un centro turistico importante come Pompei meriterebbe.

(Foto di repertorio)