A cura di Mario Cardone

Manca la trasparenza sulle fasi realizzative del progetto Eav finanziato dalla Regione Campania, che prevede l’eliminazione di qattro passaggi a livello del tratto di ferrovia Circumvesuviana che attraversa Pompei, oltre alla costruzione di sottopassi alla rete ferrata, percorsi stradali e realizzazione di un parcheggio pubblico per bus turistici in via Nolana.

La denuncia è arrivata in consiglio comunale venerdì 3 maggio ed è stata replicata alla stampa con interviste rilasciate dal consigliere comunale d’opposizione Alfonso Conforti (Lega), che ha stigmatizzato nel corso del dibattito assembleare l’atteggiamento di chiusura del sindaco Amitrano che - secondo Conforti - non avrebbe annunciato all’opinione pubblica l’iniziativa di convocare la conferenza di servizi per lunedì prossimo, 6 maggio.

Tanto che alcuni comitati di quartiere di Pompei avrebbero annunciato per la mattinata di quel giorno un flash mob davanti Palazzo de Fusco, per chiedere il coinvolgimento delle associazioni di quartiere, dei movimenti e dei ceti turistici all’iniziativa, dal momento che, per esempio, molti non condividono il progetto di transito sotterraneo dei pedoni (oltre che degli autoveicoli) a livello di strada ferrata che nell’intersezione con via Nolana e con le altre arterie viarie della città. Per cui vorrebbero essere informati sulle fasi tecniche ed amministrative di attuazione del progetto.