A cura di Mario Cardone

La strategia dell’Amministrazione comunale di Pompei per risolvere il problema dei turni dei vigili urbani, che non funziona per mancanza di risorse finanziarie, è nell'agenda del rinnovando organo dei revisori dei conti (la nuova composizione sarà definita a fine mese).

Solo dopo si può sperare che arrivino direttive meno intransigenti al fine di stendere un cartellone degli eventi estivi che consenta di rianimare la stagione turistica. Il problema è che senza i vigili urbani (responsabili della circolazione automobilistica) non è possibile occupare spazi pubblici nelle ore serali e nei giorni festivi.

Vale a dire quando gli agenti non sono in servizio ai sensi del vigente orario lavorativo. La speranza dell’Amministrazione è che il ricambio di professionisti nell’incarico di revisori dei conti coincida con una maggiore elasticità riguardante i controlli e, nello specifico, quelli inerenti la congruità dell’apposito fondo del personale, integrato anno per anno con nuove risorse, per corrispondere le indennità speciali ai dipendenti, come quella di turno ai vigili urbani e di reperibilità agli operai.

Ora, se non si incontra qualche compromesso con l’organismo di controllo c’è il rischio di rimanere (riguardo al servizio dei vigli urbani) per anni nella medesima situazione di empasse.