A cura di Mario Cardone

"Ci sono buche per le strade? Dovete pazientare per chiuderle (mettere il nuovo asfalto non è nelle ipotesi immediate) perché mancano i soldi”. Lo fa sapere l’amministrazione comunale, nonostante l’anno scorso (riferisce l’opposizione) siano entrati nelle casse del Comune di Pompei un paio di milioni di euro per la tassa di soggiorno e ticket bus.

Siamo arrivati al colmo in questi ultimi giorni. I tassisti hanno fatto una colletta per comprare la pittura necessaria agli operai del Comune per dipingere le strisce gialle riservate ai veicoli di servizio all'esterno della stazione delle Ferrovie dello Stato, di quella della Circumvesuviana, della Basilica della Madonna di Pompei e agli ingressi del Parco Archeologico. Praticamente si pagano le tasse per far fronte ai debiti contratti dalle amministrazioni precedenti (degli uomini che figurano tra i sostenitori politici dell’esecutivo in carica), e se ci sono problemi improrogabili si deve ricorrere al volontariato fisico ed economico. Così le donne in via Nolana spazzano la strada fuori le loro case e i residenti di Parco Maria stanno pensando di organizzare delle ronde perché nelle ore serali e nei giorni festivi mancano i vigili urbani.

A questo punto è il caso di dire: cittadini presenti ed amministrazione assente!