A cura di Mario Cardone

Sono diversi gli interventi di manutenzione e messa in sicurezza urgenti lungo il corso del fiume Sarno. Per questo motivo Regione Campania e Genio Civile (di Salerno e di Napoli) sono stati informati di tronchi caduti sul territorio di Pompei, che sono motivo di allarme sia per possibili esondazioni che per l’inquinamento delle acque dovuto ai rifiuti, scaricati illecitamente e trasportati a mare.

Per questo motivo il sindaco Pietro Amitrano ha avvisato il collega di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, di abbassare la grata alla foce per impedire alla massa dei rifiuti di riversarsi nel mare.

Una ditta privata incaricata dalla Regione Campania sta in questi giorni provvedendo a fare lavori di consolidamento lungo la sponda sinistra del Sarno, dove è stato riscontrato il cedimento della via Ripuaria erosa dal letto del fiume che, con l’ingrossamento della sua portata d’acqua a causa delle abbondanti piogge di suesti giorni, sta mettendo in continuo pericolo la tenuta del manto stradale.

Sulla sponda opposta, in via Macello (tra il fiume e il centro commerciale La Cartiera) il pericolo incombe in ogni istante sul traffico automobilistico (sempre intenso sui due opposti versanti) dal momento che la vegetazione spontanea sulla riva sinistra invade buona parte della carreggiata rendendo difficile la visibilità e la percorrenza stradale.