A cura di Mario Cardone

La salvaguardia e il rispetto della natura sono alla base del futuro delle giovani generazioni. È da esse (e dalla loro educazione civile) che bisogna partire per migliorare la terra. Domani (venerdì 22 novembre alle ore 10) nell'ambito dell’evento “Alberi per il futuro”, la senatrice Virginia La Mura (M5S, componente della commissione ambiente) si recherà insieme alla componente pompeiana MeetUp M5S di Pompei presso l’istituto scolastico “Matteo della Corte” per donare alcuni giovani alberi che saranno piantati nel giardino dell’Istituto al fine di partire nelle buone pratiche della cura degli alberi.

“Un modo per sensibilizzare le giovani generazioni verso la salvaguardia ambientale”, ha dichiarato la senatrice La Mura, nota a Pompei per l’aver avviato più di una campagna politica a difesa del verde cittadino e a tutela dell’ambiente e della salute degli abitanti del territorio.

Non solo bisogna avere la cultura della difesa dell’ambiente ma anche la conoscenza delle nozioni giuste per curare il verde. La potatura (per esempio) è una forma di cura della vita delle piante che si deve fare con operatori preparati, scegliendo i tempi giusti per l’intervento, le stagioni adatte per ogni specie di pianta ed i tagli che bisogna fare agli alberi al fine di rinvigorirli e fare produrre fiori e frutti abbondanti.

Nozioni che farebbero bene ad imparare i bambini a scuola, magari facendo esperienza attiva in difesa della natura in un giardino (e/o orto) sperimentale. L’evento di domani è solo il primo di una lunga serie di manifestazioni dello stesso tipo nelle scuole di Pompei tendente a produrre (come si spera) una “rivoluzione generazionale” che da sola può salvare il nostro pianeta.