A cura di Mario Cardone

Il flop del mancato concerto di Clementino non scoraggia l’Amministrazione comunale pompeiana del sindaco Pietro Amitrano. Alla fine il rapper di riserva si trova sempre dopo la disdetta del famoso artista partenopeo.

Inoltre ci sono le altre iniziative di natura culturale. Vale a dire i concerti di musica classica e gli altri spettacoli organizzati nel corso delle festività al teatro Di Costanzo Mattiello, la presentazione a Palazzo de Fusco di libri di racconti e poesie.

Soprattutto c’è l’iniziativa della Pro Loco Pompei Promotion che, insieme all’assessore Pio Manzo, ha organizzato nell’atrio della Casa Municipale la Mostra Mercato (vale a dire un altro mercatino) della Piccola Editoria Campana con iniziative collaterali nel weekend appena trascorso. In particolare, domenica mattina, a parte la recita di poesie sulla magia del Natale, c’è stata la premiazione annuale della manifestazione “Il presepio nelle famiglie” che quest’anno ha visto vincitrice la famiglia del signor Giacomo Zeno; inoltre sono stati assegnati dalla giuria altri tre premi di consolazione. Il sindaco Amitrano l’ha detto a lettere scolpite nel vuoto: ”Non ci sono, in queste Feste di Natale, soltanto le luminarie e i cantanti in piazza”, rispondendo così alle critiche dei pompeiani sui social.

Evidentemente aveva in tasca la carta vincente del presepio napoletano per riconquistare il consenso dei pompeiani.