A cura di Mario Cardone

“E’ arrivato finalmente il nostro turno di governare la città di Pompei dopo il disastro che ha prodotto l’amministrazione di centrosinistra sotto la guida del sindaco Pietro Amitrano”. E’ la dichiarazione del consigliere comunale della Lega Alfonso Conforti, che assicura che la coalizione di centrodestra presto sarà chiamata a prendere le sue decisioni riguardo al profilo da disegnare del candidato a primo cittadino da proporre agli elettori per il governo della città.

“Ci sarà da scegliere in un ampio ventaglio di proposte di pompeiane e pompeiani che vogliono bene a questa città”. Ha dichiarato Conforti. Lui non ha fatto nomi per il momento ma le voci che corrono segnalano insistentemente quello di Alberto Robetti, libero professionista che ha avuto sempre lusinghieri successi elettorali alle precedenti elezioni amministrative (in cui era candidato a consigliere comunale) ed ha ricoperto la carica di presidente della Assise nel corso della precedente sindacatura Uliano.

Altri nomi che si fanno sono quelli del mister preferenze (più di ottocento alle precedenti amministrative) Giuseppe La Marca, della dottoressa Andreina Esposito, già antagonista di Pietro Amitrano alla poltrona di sindaco ma che questa volta sembra più propensa ad accettare la proposta di entrare in lizza per il Consiglio regionale (sempre per una lista di centro destra). Infine viene proposto anche il nome di Giuseppe Arpaia, medico che è stato anche lui in passato candidato a sindaco.

In sostanza il centrodestra sarebbe intenzionato a “volare” sul vento di un consenso popolare che secondo i suoi esponenti sarebbe in sintonia con gli umori nazionali e regionali, mentre a Pompei raccoglierebbe i frutti del dissenso che il centrosinistra ha seminato in questi ultimi tre anni con la sua pessima amministrazione.