A cura di Mario Cardone

"Scusate, forse sarò un po’ ignorante - replica un pompeiano sui social al post del Comune di Pompei che annuncia le proroghe di alcuni pagamenti per tasse o imposte - leggendo aiuti alle famiglie credevo aiuto vero e proprio - prosegue il commento - non il fatto che la tassa sulla spazzatura la pagheremo più tardi”.

Effettivamente se uno i soldi non ha potuto procurarseli a causa della crisi, non li ha adesso e non li avrà neanche tra un paio di mesi. L’amministrazione comunale, con deliberazione del commissario Prefettizio, ha adottato una serie di misure volte a contrastare l’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19 che consistono in agevolazioni finanziarie per i cittadini e per le attività produttive. Si tratta più che altro di proroghe di scadenze di pagamenti dovuti. E’ stato deliberato lo spostamento della rata per il canone per l’occupazione degli spazi e aree pubbliche al 31 ottobre 2020, senza alcun aggravio di interessi e di more, così come per la tassa rifiuti la scadenza della prima rata è fissata al 30 giugno. Inoltre è stato sospeso, fino al 31 maggio 2020, il ticket per la sosta nelle cosiddette strisce blu. Per la Ztl mezzi lunghi è stabilita la chiusura del check point, situato in Piazza Falcone e Borsellino, con la possibilità del pagamento on line, con lo sconto del 5 per cento. L’imposta di soggiorno, già sospesa con precedente atto, è ulteriormente sospesa fino al 31 maggio 2020 mentre il pagamento e gli adempimenti amministrativi per il primo rimestre 2020, sono prorogati al 15 luglio 2020. Infine, entro il prossimo 31 maggio, per quanto riguarda la refezione scolastica, sarà disposto il rimborso per i pasti pagati anticipatamente ma non consumati dai bambini che avevano diritto a fruirne.

Intanto sempre il Comune di Pompei ha fatto sapere che, in tema di contagio, i casi positivi accertati sono passati da 9 a 11 mentre il numero dei deceduti resta fermo a due.