A cura di Mario Cardone

“Tornare a volare sulle ali della bellezza”. E’ questo il messaggio che si evince alla vigilia della riapertura del Parco Archeologico di Pompei.

Dopo la pandemia, riapre finalmente i battenti il museo archeologico più bello del mondo. Al quarto giorno della MuseumWeek e l'hashtag  #MomentialMuseoMW, condividiamo con il direttore generale e tutto il suo staff di collaboratori, ad ogni livello e grado, l’espressione di buon augurio, diffusa sui social, dalle immagini di alcuni momenti più belli vissuti in questi dieci anni, a partire dal crollo della Schola Armaturarum, passando per le diverse fasi operative della realizzazione del Grande Progetto Pompei e dalle parallele entusiasmanti iniziative di scavo, ricerche scientifiche ed eventi artistici e di valorizzazione del sito.

Affreschi come la Leda e il cigno, mosaici misteriosi come quelli della Casa di Orione, domus scavate, incisioni su marmi e graffiti hanno regalato a milioni di visitatori emozioni indimenticabili. Il buono augurio rivolto a tutti gli “innamorati di Pompei” è di ritornare presto a volare alto sulle ali di emozioni come quelle che abbiamo vissuto quasi senza rendercene conto.

Dovremo fare tesoro delle esperienze vissute per far trionfare di nuovo Pompei nel mondo. Questo ed altro abbiamo letto nell’augurio rilasciato al mondo oggi (14 maggio 2020) dalle pagine Facebook del Parco Archeologico di Pompei.

(Nella foto il tesoro della fattucchiera)