A cura di Massimo Corcione*

La normalità deve passare per la valorizzazione di dettagli. Succede dappertutto, accade anche a Torre Annunziata.

Consacrare una domenica, naturalmente dedicata al calcio, per una volta all’amore (libero) oppure varare una campagna per evitare che i nostri marciapiedi siano completamente tappezzati di scontrini appallottolati, chewingum ruminati e mozziconi aspirati sono segnali importanti che vanno esaltati, messaggi diretti a chi costringe anche noi a essere diversi da come vorremmo essere.

Non è retorica, né celebrazione di un conformismo buonista, ma un risveglio di civiltà. Finalmente. 

Due buone notizie che – si spera – lasceranno il segno. Merito al Savoia che ai risultati affianca un’attenzione per l’altra faccia della vita, sfruttando il calcio per ricordare che l’amore è amore e basta, senza distinzioni; e merito va dato a Legambiente per ricordarci come alla città tutti noi dobbiamo rispetto. Ecco perché questi per noi torresi saranno giorni diversi, indispensabili per tornare a essere uguali agli altri.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook