Può accadere che, sia in cucina sia nel bagno, l' acqua inizi a scendere molto lentamente negli scarichi a causa di qualcosa che ostruisce il tubo. Questo è l segno che qualcosa ostruisce il normale passaggio dell'acqua all'interno del lavandini, impedendo ad essa di scendere tranquillamente come dovrebbe.

Prima di chiamare l’idraulico, possiamo adottare rimedi naturali per liberare le tubature.

1) Bicarbonato e aceto

Abbinando bicarbonato e aceto avviene una reazione chimica che è una vera e propria magia. Un bicchiere di bicarbonato e almeno mezzo litro di aceto di ino bianco, possibilmente precedentemente riscaldato in un pentolino a fiamma bassa. Un’operazione che può ripetersi anche due o tre volte nell’arco della stessa giornata ma che è di sicuro di grane efficacia.

2) Sale e bicarbonato

In alternativa all’aceto si può utilizzare anche del comunissimo sale da cucina da abbinare al bicarbonato: 4 cucchiai di sale grosso e 4 cucchiai di bicarbonato seguiti da un’abbondante dose di acqua calda sono sicuramente l’ideale per risolvere i problemi di scarichi otturati con rimedi naturali.

3) Bibite gassate

Sembra strano ma sono anche le più efficaci contro le tubature otturate. Le bibite gassate sono infatti in grado di eliminare le impurità nelle tubature e risultano particolarmente efficaci soprattutto per il wc.

4) Soda da bucato

Da non confondere con la soda caustica, la soda da bucato è un prodotto assolutamente ecologico, facilmente reperibile e di grande efficacia. Ne bastano 4 cucchiai da versare nelle tubature insieme all’acqua bollente per avere di nuovo tubature libere e non ostruite.

4) Acqua di cottura delle patate

L’azione dell’amido, unita a quella dell’acqua calda, permetter di sciogliere qualsiasi tipo di sporco anche quello più resistente.

5) Sale fino, bicarbonato di sodio, aceto bianco e acqua bollente

L’unione fa la forza e può essere la soluzione ottimale contro gli scarichi più intasati. Basta un bicchiere di sale fino, uno di bicarbonato di sodio, due di aceto bianco e due di acqua bollente. L’aceto a contatto con il bicarbonato comincerà immediatamente a friggere. Sarà opportuno lasciare agire il composto per qualche minuto prima di versare l’acqua bollente. Se le tubature sono particolarmente intasate si può lasciar “friggere” l’aceto per tutta la notte e solo la mattina seguente si può procedere con l’aggiunta di acqua bollente.