Spesso tendiamo a dimenticare che la lavatrice, grande aiuto in casa per pulire e igienizzare indumenti e teleria domestica, ha bisogno anche essa di un po' di manutenzione ordinaria. In particolare, questo prodotto esige lavaggi

periodici e regolari, che possano ridurre cattivi odori, residui di sporcizia dei capi lavati e calcare.

Non basta infatti fare un lavaggio a vuoto, soprattutto se notiamo residui di sporcizia e macchie, ma è invece essenziale prevedere una pulizia della lavatrice con aceto e sale grosso più profonda.

L'aceto bianco è ottimo quando si presentano aloni di muffa sulle guarnizioni, da eliminare dopo aver lasciato agire il prodotto per qualche minuto, usando un panno pulito. Ma possiamo usarlo anche per ripulire dagli

scompartimenti del sapone e dell'ammorbidente eventuali incrostazioni, versando un bicchiere di aceto e poi avviando un ciclo breve.

In questo modo si igienizza anche il cestello in acciaio, che risulterà di certo più luminoso e pulito. Se non dovesse bastare possiamo usare invece il sale grosso, ottimo sia per pulire sia per deodorare l'interno della nostra

lavatrice in pochi passaggi.

Il sale grosso andrà messo direttamente nel cestello (circa un chilo di prodotto), chiudendo il portellone e avviando un programma a 30° C con centrifuga. La pulizia del cestello sarà di tipo meccanico, in quanto il sale, prima di

sciogliersi del tutto, favorirà una leggera abrasione delle superfici interne, eliminando eventuali tracce di sporco o sapone incrostati.

La pulizia della lavatrice con aceto e sale va effettuata in modo regolare, proprio per evitare depositi, muffa e odori pungenti.

(Fonte:Donnad)