Che vogliate fare uno scherzo a qualche vostro amico, oppure che abbiate la necessità di chiamare qualcuno senza che questi vi riconosca prima di rispondere, insomma in tutti quei casi in cui avete la necessità o il semplice desiderio di fare una telefonata senza che il vostro numero appaia sullo schermo del destinatario, potete usare questo semplice metodo. Ovviamente, come sapete, ci sono molti altri metodi per fare una telefonata anonima, a partire dal famoso #31# fino ai vari meccanismi peculiari dei vari sistemi operativi dei dispositivi in commercio. Quello di cui parliamo qui, però, sfrutta le conversazioni audio che da un po’ di tempo a questa parte sono diventate una caratteristica integrata nei vari servizi di messaggistica, nella fattispecie parliamo del diffusissimo WhatsApp.

Per effettuare in maniera molto semplice chiamate anonime tramite questa piattaforma, tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una app che si chiama Text +. Questa app non è altro che una piattaforma che vi può fornire un numero temporaneo da utilizzare come numero per l’iscrizione a servizi come WhatsApp, ma anche su Facebook o altri. Una volta aperta l’app è sufficiente entrare nel menù impostazioni e, selezionando la voce Contatto, ottenere un numero telefonico temporaneo. Ottenuto il numero possiamo utilizzarlo per registrarci su WhatsApp, il contatto di Text + ci consentirà tramite la ricezione di un SMS di concludere la procedura di registrazione. Ora saremo iscritti sul portale di messaggistica con un nuovo contatto e potremo chiamare amici, parenti o chiunque altro con un numero che non è il nostro personale, ma quello generato da Text +.

Inoltre è possibile recuperare un messaggio cancellato da WhatsApp. Vi sarà senz’altro capitato di cancellare per sbaglio un messaggio (o un file) oppure, dopo averlo cancellato, vi accorgete che invece vi serviva. Inoltre può capitare che la perdita dei contenuti vanno al di là della nostra volontà, per esempio nel caso di rottura o smarrimento dello Smartphone.

Al momento il programma di messaggistica non è dotato di un valido sistema di recupero di un eventuale messaggio cancellato, ma possiamo sfruttare due metodi per ovviare a questa mancanza. Il primo è più semplice, il secondo un po’ più tecnico: vediamo quali sono.

Recupero tramite backup. Questo metodo è il più semplice e anche il più conosciuto. Saprete certamente che tramite WhatsApp è possibile fare continui backup per salvare messaggi e contenuti in genere delle nostre conversazioni. Utilizzando questo metodo, attraverso un servizio come Google Drive sarà piuttosto semplice trovare e ripristinare eventuali contenuti cancellati. Recupero tramite file system. Dove dopo una serie di operazione è possibile recuperare dati e messaggi anche di vecchia data.