Sembra proprio che il futuro sia a portata di mano e che le auto volanti siano ormai dietro l’angolo. Secondo le ultime notizie che il progetto ambizioso vedrà la luce proprio il 2023.

L’innovazione, made in USA, vede Uber Technologies in collaborazione nientemeno che con U.S. Army, nella ricerca su tecnologie per rotori aerei congeniali all’applicazione sulle auto per il trasporto aereo urbano anche se più facile immaginare si tratterà inizialmente di modelli militari che cederanno la propria tecnologia a quelli privati. L’investimento ammonta a un milione di dollari, cifre da capogiro saranno disposte per avere i primi prototipi utili ai dei test per questo sistema. Un meccanismo vanterebbe un doppio rotore sinora inutilizzato che pare sia anche molto silenzioso.

Gli obiettivi sembra molto concreto e in ogni caso lancerebbe per il 2023 il primo servizio taxi aereo, col nome di UberAir, operativo tra Los Angeles e Dallas.

Un progetto che assume ulteriore concretezza grazie alle dichiarazioni rilasciate oggi dalla stessa Uber, che invita tutte le città fuori dagli Stati Uniti a presentare la propria candidatura per essere la sede del lancio del 'servizio di auto' volanti che rivoluzionerà i trasporti pubblici.

Uber, dopo aver selezionato le città di Dallas e Los Angeles per il lancio americano del nuovo servizio, è ora alla ricerca di nuove adepte per dare un’ampiezza internazionale al progetto. I primi test delle auto volanti sono già stati effettuati a Dallas, Los Angeles e Dubai.

Ma quali sono i requisiti per candidarsi? Scopriamoli!

Tra i requisiti per la candidatura, la città non deve superare i 2 milioni di abitanti, deve avere una significativa congestione di traffico, un aeroporto nelle vicinanze e l'assenza di un clima estremo. Quindi, governi di tutto il mondo, se volete partecipare all’ambizioso progetto, affrettatevi! Il termine ultimo per la candidatura è il 1 luglio 2018.