Sicuramente Motorola è uno dei brand storici della telefonia e se correva l’anno 1973 per il primo prototipo del DynaTAC a distanza di 45 anni, il marchio segna un’altra data da ricordare, infatti nasce il primo smartphone per la connessione in 5G. Dopo il passaggio da Google a Lenovo, lancia il primo smartphone compatibile con le reti superveloci che connetteranno anche gli oggetti.

Il suo nome è Moto Z3 ed è disponibile per ora solo in esclusiva con l'operatore statunitense Verizon. Questa versione rappresenta il fratello potenziato del Moto Z3 Play, già uscito anche in Italia, e vanta molteplici valori aggiunti.

Quali sono i plus del nuovo Moto Z3?

Rispetto all'edizione già in commercio del dispositivo, Moto Z3 ha un processore Snapdragon 835, una doppia fotocamera da 12 Mpixel e dotato del modem Snapdragon X50, che sarà inserito all'interno di un apposito modulo esterno Moto Mod, che una volta agganciato magneticamente al retro del telefono lo spedirà online a grande velocità.

Per spiegare al meglio il funzionamento il Brand è intervenuto con una nota: "L'accesso alle reti 5G rafforzerà la connettività mobile e migliorerà in modo radicale l'utilizzo dello smartphone con una velocità fino a 10 volte superiore alla tecnologia wireless attuale, una latenza inferiore e una larghezza di banda superiore - spiega - Preparatevi a un live streaming in 4K e a video chat senza interruzioni, a giochi senza scatti, a esperienze di realtà virtuale e a una velocità di download mai vista prima. Il 5G renderà più fluido ed agevole l'utilizzo degli smartphone e consentirà alle aziende di garantire ai propri dipendenti più efficienza e produttività in movimento. Il 5G consentirà di vivere esperienze nuove, mai provate prima".

Sarà il Moto Z3 il modello del riscatto? Lo scopriremo presto!