Correva l’anno 1995, quando Larry Page e Sergey Brin, giovani dottorandi alla Stanford University, in California, cominciarono lo sviluppo di un progetto di ricerca orientato alla comprensione dei modelli matematici e della struttura di link del web. La registrazione del dominio google.com è avvenuta il 15 settembre 1997 e la società Google Inc. è nata il 4 settembre del 1998.

Ma perchè la scelta di questo nome?

L’ispirazione viene da googol, termine che fa riferimento ad un numero formato da 1 e da 100 zeri e rappresenta quindi un’etimologia completamente scientifica.

Dal giorno della fondazione ne è passata di acqua sotto i ponti e molti degli obiettivi prefissati sono stati infranti. Il primo motto della società citava 'Don't be evil', esprimendo oltretutto la volontà di non cedere alla pubblicità.

Promesse infrante e nuovi obiettivi hanno segnato questo ventennio che l’ha visto diventare il motore di ricerca più popolare. Il lancio del sistema operativo Android e i nuovi progetti sull’Intelligenza Artificiale lo renderanno sempre più future oriented e sicuramente protagonista di rivoluzioni digitali.

Questo ventennio è stato senza dubbio ricco di momenti positivi, ma di certo ha dovuto affrontare diverse polemiche per la privacy, maxi multe dall'Europa, contestazioni interne dei dipendenti per progetti giudicati non etici e di recente le pesanti invettive di Donald Trump.

Oggi Google è il motore di ricerca più popolare al mondo tanto da coniare il termine 'to google' ovvero 'fare ricerca sul web’, ma non solo, infatti oggi il brand spazia in più settori: dalla gestione degli annunci pubblicitari all'editoria, dalle mappe ai video con YouTube, dai programmi per navigare online con Chrome, al sistema operativo per dispositivi mobili Android che ha tagliato il traguardo dei 2 miliardi di dispositivi attivati nel mondo.

Quali successi collezionerà ancora? Lo scopriremo presto!