Comincia una nuova era per la tecnologia Italiana e stavolta la svolta è quella del 5G, il tutto nella cornice della Fiera del Levante a Bari.

L’ambizioso progetto Bari Matera 5G pone come budget complessivo 60 milioni di euro, i cui lavori saranno distribuiti in quattro 4 anni. Il fine è quello di raggiungere una copertura 5G del 75% della popolazione entro il 2018 e una copertura completa entro il 2019. Queste le generalità del piano Bari Matera 5G, ufficialmente entrato nella seconda fase nell’ambito della sperimentazione promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il via è stato sancito simbolicamente dall’ accensione da parte del Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, insieme a Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di TIM, Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb, e Luigi De Vecchis, Presidente di Huawei Italia, della prima antenna 5G in modalità standard del progetto realizzato da TIM, Fastweb e Huawei, installata presso il Politecnico.

Il Progetto Bari Matera 5G comincia a concretizzarsi passando dai test in campo su infrastrutture “pre-standard” a quelli su antenne standard.

Novità anche in campo Smart City, infatti è stato presentato lo Smart Lighting, un sistema di illuminazione innovativo e sostenibile per il modello di “città intelligente”, sviluppato insieme ad Olivetti, che permette di minimizzare i costi dei consumi e della manutenzione degli apparati, riducendo sensibilmente l’impatto ambientale, grazie ad una piattaforma hardware e software dinamica e efficiente.

A rendere la Fiera del Levante ancora più interessante c’è l’applicazione di Virtual Reality, che ha permesso di visitare da remoto alcune delle località turistiche di Matera. Il visitatore sarà dotato di un visore e vivere un’esperienza unica, immergendosi nel mondo virtuale.

Cambiamenti anche per il settore Sanità, infatti è stato presentato il progetto Sanità 5G sviluppato per l’RCCS “Giovanni Paolo II” di Bari, al fine di fornire assistenza presso il domicilio del paziente con l’invio, grazie al 5G, dei parametri vitali direttamente presso l’ospedale.

Per Industria 4.0, la piattaforma di realtà aumentata, realizzata con Isotta Fraschini, permette grazie a speciali visori, di fornire formazione e assistenza remota agli addetti impegnati nelle attività di montaggio e di smontaggio di un motore navale.