Se pensavate che il mercato degli smartphone fosse inaffondabile, vi sbagliavate e ad affermarlo è DigiTimes, che perentoria afferma: “La vendita degli smartphone non supererà i 1,5 miliardi di unità nel 2019”.

Il calo rispetto all’anno precedente è notevole e questo rapporto risulta alquanto allarmante, ma quali sono le motivazioni che si celano dietro questo declino? E’ la stessa DigiTimes, ad affermare che la responsabile del calo è l’attesa del 5G, infatti per il 2020 ci sarà già una ripresa, che cavalcherà l’onda del lancio della nuova tecnologia delle reti e la relativa vendita di smartphone compatibili, che si adatteranno allo standard del futuro.

L’indagine evidenzia che Samsung, Apple, Huawei e Xiaomi rimarranno i primi quattro produttori di smartphone, mentre Oppo e Vivo vedranno un calo nel corso del 2019. I brand in “top four” saranno in grado di mantenere un volume di spedizione di oltre 100 milioni di unità nel 2019.

Quali sono i pronostici?

A partire da 2020 il mercato tornerà nuovamente in salita e per il 2023 sono attese vendite superiori agli 1.7 miliardi di smartphone.

La tecnologia del 5G non fa gola solo a brand del settore, ma anche alle pubbliche amministrazioni, le quali vi stanno puntando i loro investimenti.

Altri importanti dati ci sono stati forniti dal Mobility Report di Ericsson, secondo il quale le connessioni 5G toccheranno quota 1 miliardo di abbonamenti entro i prossimi 5 anni.