I dispositivi mobile Apple del 2020 potrebbero avere un display cinese. Questo è quanto annunciato dal quotidiano asiatico Nikkei, secondo il quale la casa produttrice starebbe testando pannelli prodotti dalla Boe, azienda cinese. Parliamo di schermi Oled e flessibili, con cui la compagnia di Cupertino potrebbe sostituire Samsung.

Boe è tra le migliori aziende produttrici di schermi pieghevoli, figurando tra i fornitori di schermi per lo smartphone pieghevole di Huawei ossia il Mate X. Inoltre, secondo il Nikkei, è tra i produttori di display che hanno ricevuto maggiori finanziamenti dal governo cinese negli ultimi dieci anni per poter diventare competitivi con le coreane Samsung e Lg.

Secondo le notizie riportate Apple starebbe testando gli schermi di Boe, e dovrebbe decidere entro l'anno.

A giocare un ruolo fondamentale è la diatriba commerciale tra Usa e Cina. Infatti Boe rifornisce le aziende statunitensi Corning, 3M e Applied Materials. Se gli Stati Uniti decidessero di inserire Boe nella famigerata black list del commercio come fatto con Huawei, la compagnia cinese ne subirebbe dure ripercussioni…

Come finirà?