A cura della Redazione

Prenderà il via sabato 12 giugno la IV edizione del progetto “[email protected], che quest'anno ha per titolo “Boscoreale Treasures, dalle ville antiche al Louvre”.  Un contenitore di incontri culturali, eventi e percorsi basati sul notevole patrimonio archeologico, artistico, enologico e ambientale di questo Comune, porta d’ingresso del Vesuvio.

Un progetto che intende rafforzare il legame con la confinante Pompei e promuovere anche ad un pubblico giovane la conoscenza dei Tesori della città, custoditi in vari Musei e tra questi il Louvre di Parigi, il Metropolitan Museum di New York, il MANN di Napoli.

Il programma degli eventi è stato presentato stamattina dal sindaco Antonio Diplomatico nel corso della conferenza stampa che si è tenuta presso il Teatro Minerva.  Cinque gli appuntamenti programmati presso lo stesso Teatro. Il primo appuntamento, sabato 12 giugno alle ore 20:00, rassegna teatrale “Sabato a teatro”, spettacolo teatrale comico con Lalla Esposito.  Domenica 13 giugno alle ore 20:00 “CantaNapoli”, Rassegna ed incontri di musica popolare.  Sabato 19 giugno alle ore 19:00, spettacolo jazz. Esibizione dei “Senza Fiato”. Venerdì 25 giugno alle ore 19:00, convegno talk show.  Incontri e confronti per la valorizzazione dei beni archeologici e della cultura. Conferimento cittadinanza onoraria allo studioso boschese Stefano De Caro, ex direttore degli scavi di Pompei, Soprintendente per i Beni Archeologici per le province di Napoli e di Caserta; Soprintendente e Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, e Direttore Generale delle Antichità al Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Ultimo appuntamento, sabato 26 giugno alle ore 16:00. Nei principali luoghi storici di Boscoreale “Discovery of Boscoreale Treasures”. Un evento di esplorazione che coinvolge vari punti della città, per far vivere ai giovani la storia dei tesori di Boscoreale. L’evento si svolgerà in minima parte in presenza con i collegamenti esterni dai luoghi storici di Boscoreale, con Matty Il Biondo, Amarcord Produzioni e Pio Luigi Piscicelli. Studio principale nel Teatro Minerva.

L’attività progettuale sarà anche occasione per ripartire con gli eventi in presenza nel Teatro Minerva, per un numero massimo di 60 persone (25% della capienza massima del Teatro), con il dovuto distanziamento tra un posto e un altro. L’ingresso sarà possibile solo su prenotazione con un messaggio all’e-mail [email protected] . L'assegnazione dei posti avverrà seguendo l'ordine cronologico temporale dei messaggi che perverranno; ogni messaggio una prenotazione che potrà essere fatta fino ad un massimo di 4 persone (uno/due adulti più figlie/i) se trattatasi di un nucleo familiare, allegando in tal caso fotocopia dei documenti di riconoscimento e un’autocertificazione che attesti tale stato. E’ altresì indispensabile munirsi anche di una delle certificazioni di cui all'articolo 9 del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52. L'accesso sarà controllato per la gestione dei flussi, per la misurazione della temperatura corporea e verifica uso mascherina.