A cura di Mario Cardone

Per lunedì 8 febbraio è stata proclamata un’assemblea sindacale delle sigle Unsa e Ugl (dalle ore 8 alle ore 11) per i dipendenti della Soprintendenza che operano a Pompei, Ercolano, Oplonti e l’Antiquarium di Boscoreale.

In ogni caso la Soprintendenza ha comunicato che in concomitanza della manifestazione sindacale ai visitatori sarà garantito l’accesso alle aree archeologiche vesuviane.

E’ stato precisato, però, nello stesso comunicato, che nel corso della durata dell’assemblea  potrebbe non essere garantita l’apertura di tutti gli edifici del parco culturale normalmente aperte al pubblico. In altre parole la regola che pare attualmente condivisa tra Ministero e Sindacati, riguardo l’apertura dei cancelli dei siti archeologici in concomitanza di democratiche adunate dei custodi, è che di regola si devono aprire i cancelli, interrompendo le visite solo delle domus sotto custodia dei dipendenti della Soprintendenza impegnati in assemblea.  

Uno dei temi scottanti che sarà sicuramente all’ordine del giorno dell’assemblea sindacale di lunedì, è il ritardo nel pagamento degli straordinari arretrati. I custodi lamentano di non aver ricevuto ancora in busta paga gli straordinari fatti nel periodo estivo in concomitanza delle manifestazioni musicali all'interno degli Scavi di Pompei, organizzate dalla fondazione lirica che fa capo al maestro Alberto Veronesi.