A cura di Mario Cardone

Sono stati beccati all’intero del Centro Commerciale “La Cartiera” tre borseggiatori che avevano sfilato con abilità il portafogli dalle tasche di una 53enne.

Fermati dai militari dell’Arma i tre (due donne ed un uomo che faceva il palo) sono in attesa di essere giudicati per direttissima.

Aumentano le iniziative di sicurezza e mantenimento dell’ordine pubblico per la tutela (in particolare) del commercio e del turismo da parte dei carabinieri della caserma di Pompei. Sono in corso, nello specifico, nella città di Pompei, tutta una serie di operazioni contro la microcriminalità, vale a dire furti di auto e ciclomotori,  spaccio di droga, scippi e borseggi.

A tale scopo sono stati creati punti di osservazione mobili, utilizzando anche militari in abiti civili. Il servizio che si svolge su tutto il territorio, con particolare riguardo al centro storico moderno di Pompei (intorno al Santuario della Madonna del Rosario), ed all’ingresso esterno agli scavi archeologici,  è stato esteso anche all’interno del centro commerciale la Cartiera con mirati servizi antiborseggio, a tutela dei cittadini-clienti che frequentano numerosi la struttura.
Durante uno di questi servizi in abiti civili, nel centro commerciale i carabinieri della Stazione locale hanno così notato due donne che stavano sfilando il portafoglio a una 53enne originaria di Poggiomarino, distratta dallo shopping. Per tutta l’operazione un uomo faceva il “palo”.
Arrestati i tre in flagranza di reato per furto con destrezza, sono stati identificati come originari di Eboli. Il portafogli della donna vittima del borseggio è stato recuperato e restituito alla legittima proprietaria. Conteneva 50 euro. I fermati sono in attesa di rito direttissimo.