A cura di Mario Cardone

Apprensione a Pompei per la caduta accidentale del primo cittadino Ferdinando Uliano, che è semplicemente scivolato su un marciapiede di via Lepanto, mentre si recava a piedi al Comune di Pompei come è sua abitudine fare tutte le mattine (dal momento che ha anche rinunciato definitivamente all’auto blu).

E’ notorio che il sindaco di Pompei percorre a piedi il tragitto che intercorre tra la sua abitazione e gli uffici comunali. A quanto pare è scivolato sul manto reso insidioso dalla molta acqua caduta dal cielo con il temporale di questa mattina. Ripetiamo: la sua è stata una caduta accidentale.

E’, pertanto, del tutto infondata la notizia diffusa in un primo momento che fosse stato investito da un pirata della strada, tanto che per rassicurare la popolazione preoccupata per il suo stato di salute il vicesindaco Pietro Orsineri si è trovato costretto a fer trasmettere un comunicato stampa in cui viene chiaramente spiegato che «il manto scivoloso dalla pioggia ha causato la caduta accidentale del primo cittadino di Pompei e la conseguente slogatura della caviglia».

In un primo momento Uliano si è recato al pronto soccorso della clinica Maria Rosaria dove ha ricevuto i primi accertamenti radiografici e gli sono state prestate le prime cure. Successivamente il sindaco è stato trasferito al reparto ortopedico del nosocomio di Boscotrecase, dove i medici hanno provveduto a fasciare la caviglia slogata.