A cura di Mario Cardone

E’ in fase di superamento la crisi della cura dell’ambiente che le ferie di ferragosto impone ai pompeiani con il peggioramento del servizio (specie nelle contrade di periferia)  nonostante la tassa che pesa sulle pensioni e sulle buste paga.

L’Amministrazione di Pompei annuncia all’utenza cittadina che la pulizia delle strade, la cura del verde pubblico ed il ritiro puntuale della spazzatura è nell’agenda delle sue priorità.

«Il dettagliatissimo programma di interventi mirati alla cura e alla riqualificazione del verde urbano e interventi igienico-sanitari, è stato stilato dall'assessore all’Ecologia e Ambiente, Salvatore Desiderio – in stretta sinergia con il capo dell’esecutivo – unitamente alla ditta New-Ecology srl, affidataria del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e competente su tutto il territorio comunale». Annuncia l’esecutivo pompeiano, precisando che il programma degli interventi, relativi al verde urbano, varato dall'assessorato all'Ambiente, è diretto all'attuazione della potatura sanitaria, per motivi di sicurezza ed igienici, e alla riqualificazione delle aree verdi sia del centro cittadino che delle periferie.

Con l’occasione Desiderio ha tenuto a precisare che «l’attenzione per il verde è stata sempre alta per l’Amministrazione come si desume dagli interventi capillari già realizzati da via Ripuaria a  Parco Maria, Piazza Bartolo Longo, via Unità D’Italia, via Astolelle, viale Mazzini, via Plinio e via Stabiana. Le stesse proseguiranno nei prossimi giorni nell’area di via Aldo Moro, via Nolana, Tre Ponti, via Mariconda, via Messigno e tutte le strade di Pompei che restano fuori dall’elenco».

Il tutto per precisare (da parte di Desiderio e dell’Amministrazione di Pompei) che tutti gli interventi di manutenzione del verde pubblico rientrano in maniera esclusiva nel piano d’intervento concertato tra l’Amministrazione comunale e i vertici di New-Ecology srl.

E’ evidente, a questo punto, la polemica dell’assessore Desiderio contro il comitato  di quartiere di Parco Maria (molto curato durante l’amministrazione D’Alessio) riguardo al “merito” dei recenti interventi di scerbatura e manutenzione ambientale del quartiere. I responsabili di Parco Maria sui social ne avrebbero assunto indirettamente la paternità mentre Desiderio ha tenuto a precisare che dette iniziative pubbliche rientravano già nell’agenda sua e del sindaco Uliano.

twitter: @MarioCardone2  

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook