A cura di Mario Cardone

"Trasparenza e sentimento” sono le due doti che costituiscono il volàno con cui “Pompei nel cuore” si è presentata all’opinione pubblica ed alla stampa locale nella sala conferenze dell’hotel Visagi.

Nutrita la partecipazione di amici, simpatizzanti ed addetti ai lavori destinati presumibilmente ad essere protagonisti in campagna elettorale (si parla di 3 liste). Nella stessa occasione è stata annunciata la prossima inaugurazione della sezione locale di Centro Democratico. Insieme ai protagonisti che hanno fondato il nuovo soggetto politico.

Presenti facce note di ex amministratori come Giorgio Arpaia, Alfredo Benincasa, Alfonso Conforti, Attilio Malafronte ed Alberto Robetti, insieme ad altri esponenti (altrettanto noti) di liste locali in corso di formazione con cui “Pompei nel cuore” ha aperto un dialogo in vista della creazione di una coalizione elettorale per le prossime elezioni amministrative, caratterizzante dal collante di una figura autorevole prescelta per guidarla alla vittoria alle urne. 

Il  profilo del “sindaco ideale” richiede le carte in regola per gestire il centro turistico degli Scavi e del Santuario Mariano, ma, soprattutto “Pompei nel cuore”. La trasparenza come fattore costitutivo del nuovo movimento politico, che punta ad accogliere in un solo contenitore esperienze di diversa matrice ma con lo stesso radicamento territoriale, e che siano impegnate a collaborare per rinnovare in forma attiva e partecipata i metodi sociali in politica ed i sistemi di gestione nell’amministrazione della Cosa Pubblica.

Tutto questo è stato il motivo di fondo dell’intervento di Barbara Vicidomini, professionista che è stata per una breve parentesi assessore del Comune di Pompei. Da parte sua, Alfredo Allaria, medico chirurgo e docente universitario, ha illustrato con parole semplici i motivi che hanno portato lui ed un gruppo di cittadini attivi alla creazione di un laboratorio politico che intende far tesoro dalle indicazioni ed i consigli della gente comune.

«Siamo un gruppo di persone volenterose che si vogliono impegnare per il bene della città», ha dichiarato Allaria, promettendo buone intenzioni che costituiscono la sostanza della politica costruttiva ma che alla luce delle esperienze precedenti sono mancate, allontanando i pompeiani dalla partecipazione alla vita pubblica.

La medicina per curare questo male sociale è costituita dal controllo democratico. Lo ha spiegato bene la Vicidomini nel corso del suo intervento. Il convegno politico di sabato 21 gennaio ha, infine, proclamato il dottore Allaria coordinatore del movimento “Pompei nel Cuore” che ha in corso l’apertura di una sede in via Duca d’Aosta.

L’avvocata Vicidomini ne sarà la portavoce. Al tavolo pubblico ufficiale di presentazione anche la nota pediatra Andreina Esposito, ex amministratrice di Pompei.              

twitter: @MarioCardone2 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook