A cura di Mario Cardone

Torna alla ribalta la Casa di Riposo “Carmine Borrelli” di Pompei a causa del gesto estremo di un 80enne che si è inferto un taglio alla gola con un taglierino nel bagno dell’ospizio comunale che lo ospitava.

Trovato prostrato in una pozza si sangue e messo in salvo dal personale di servizio della Casa, l'anziano è al momento ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia dove è stato portato d'urgenza.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale Stazione che dopo una breve indagine hanno stabilito che il ferimento dell’anziano è dovuto ad un tentato suicidio dovuto probabilmente allo stato di depressione dell'uomo.

In altri precedenti casi, la struttura è passata alla cronaca per atti di protesta del personale e/o degli anziani ospiti della Casa di Risposo, che versa in uno stato economico di estrema gravità tanto che la sua anomalia di gestione è entrata recentemente nel mirino della Corte dei Conti, che ha invitato l’Amministrazione di Pompei a regolarizzare al più presto i conti della società comunale Aspide che gestisce la Casa “Carmine Borrelli” nata sulla base di un lascito ereditario.

twitter: @MarioCardone2 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook