A cura di Mario Cardone

Muniuti di sofisticate attrezzature sono approdati a Pompei con la Ford che avevano rubato ma sono lo stesso stati beccati dai carabinieri della locale Stazione, guidati dal maresciallo Tommaso Canino, perché non si erano accorti che sull’auto erano ben due gli impianti satellitari installati.

I due ladri (un uomo e una donna) si erano attrezzati a dovere con un disturbatore di frequenza. Alla fine i militari dell'Arma hanno arrestato i pregiudicati Luigi Russo, 32enne di Mugnano, e Sabrina Gioia, 31enne, di Scampia, entrambi già schedati dalle forze dell'ordine.

I due sono stati fermati per furto e installazione di apparecchiature elettroniche per mascherare impulsi di presenza.  

I carabinieri hanno scoperto la coppia di ladri nella traversa Andolfi a bordo della Ford che avevano rubato durante la notte precedente a San Giovanni a Teduccio. Stavano per portare via l’automobile. Quando i militari si sono avvicinati, la coppia ha tentato di darsi alla fuga per le vicine strade di campagna ma sono è stata subito bloccata e perquisita.

La donna aveva nella borsa uno jammer (lo strumento che inibisce il funzionamento in aree limitate di segnali di telefonia mobile e di sistemi d’allarme) ed altri arnesi che servono per lo scasso. Sono stati registrati ed identificati mentre il magistrato di turno  ha decretato per loro la custodia domiciliare.

(nella foto d'archivio, uno jammer)

twitter: @MarioCardone2 

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook