A cura di Mario Cardone

Lieto fine, ma non troppo, per la simpatica ed innocua esemplare di pittbull, che dopo aver provato la gioia di aver incontrato finalmente nelle aiuole antistanti il Santuario di Pompei il padre dei suoi futuri cuccioli a quattro zampe, finirà probabilmente in un canile privato con l’intervento dell’Azienda Sanitaria Locale, che ha dato in appalto il servizio di prelevamento dal territorio di cani che vengono a ragione o a torto considerati pericolosi.

A proposito del servizio di sicurezza, custodia e cura dei cani randagi, vale la pena ricordare che nel comparto si sta scendendo sempre più in basso, parallelamente al contesto generale. Fino a qualche anno fa (direzione Scatola del servizio di prevenzione), l’ASL gestiva in proprio una clinica veterinaria a Pompei. Attualmente, per trovare una struttura di questo tipo, si deve arrivare fino a Torre del Greco. La situazione incresciosa (per i pompeiani timorosi e per la povera bestia inconsapevole) va avanti da qualche giorno tra i commenti sui social che stanno diventando virali.

La femmina in calore di pitbull ha fatto il giro di tutta Pompei partendo probabilmente dall’area sud. E’ stata prima individuata in via Molinelle. Successivamente si è spostata verso la Stazione della Ferrovia dello Stato. Di prima mattina si è presentata puntuale in Santuario in occasione della liturgia del "Buongiorno a Maria". E' solo grazie alla cura del carabiniere di servizio in piazza Bartolo Longo (Luigi Casciello) che la gente non si è impaurita. La simpatica cagnetta, da parte sua, è rimasta buona e tranquilla nell’attesa dell’incontro fatale che ha coronato la sua attesa.

E’ toccato ad un cagnone di razza ibrida (stanziale, nel senso che è un randagio tollerato) consolare la solitudine della pitbull. Nel frattempo il carabiniere è rimasto a controllare e ad assicurare la sicurezza e la tranquillità di residenti e visitatori, nell’attesa dell’accalappiacani che, dopo averla prelevata, la trasferirà probabilmente in un canile nella speranza che il suo padrone distratto (o incosciente?) si decida finalmente a riportarla a casa.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook