A cura di Mario Cardone

Il Consiglio comunale di Pompei si è aperto oggi (30 ottobre) con un minuto di silenzio dedicato al ricordo di Davide Natale, il ragazzo ucciso a Napoli da un albero caduto a causa del forte vento. Era un giovane di Pompei che si era trasferito con la famiglia a San Nicola la Strada. «Era di una famiglia di Pompei molto conosciuta perché gestiva un negozio di sali e tabacchi in via Nolana». Ha raccontato all’Assise il presidente Franco Gallo, chiedendo un minuto di silenzio per commemorare una giovane vita stroncata troppo presto. Sul versante giudiziario, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo d'indagine per il reato ipotizzato di omicidio colposo.

Il Consiglio comunale ha poi proseguito i lavori nel solito iter che ha previsto debiti fuori bilancio approvati dalla sola maggioranza, perché la minoranza ha nell’occasione disertato la votazione assentandosi dall’aula consiliare. Il dibattito è stato molto vivace sulla base di un’interrogazione articolata dal consigliere Alfonso Conforti incentrata su una recente intervista rilasciata dal consigliere regionale Mario Casillo. «Ha parlato a nome di Pompei rilasciando dichiarazioni sul Grande Progetto Pompei su argomenti politici che non sono stati messi a conoscenza della minoranza». Ha stigmatizzato Conforti riferendosi al consigliere capogruppo del Pd in Regione Campania, delegato per il GPP.

La replica del sindaco Pietro Amitrano non si è fatta attendere. «Sono un uomo di pace ma devo osservare che trovo sempre molto rancore nei vostri interventi. Opero sempre negli interessi della città di Pompei, che dovrebbero essere anche i vostri». Ha argomentato il primo cittadino, che ha spiegato che riguardo a Pompei, nulla è cambiato relativamente al GPP e che si è praticamente ancora fermi al progetto EAV sull’hub ferroviario.

Altra questione riguarda la tassa di soggiorno, sulla quale Amitrano ha fornito i dati aggiornati d’incasso e di spesa. Sarebbero difatti stati incassati 371.666 euro e spesi 179mila euro (80 per spese turistiche, 65 per verde pubblico, 10 per eventi e 4,4 per riparare un software). Infine è stata eletta la nuova commissione paesaggistica (Giovanni Donnarumma, Rosa Palombo, Antonio Matrone, Giorgio Milito e Luana Lauro). Altro argomento ha riguardato la delibera d’indirizzo all’ufficio tecnico di valutare la possibilità di trasformare un’area agricola di proprietà dell’USL 1 di Napoli in un presidio comunale per il conferimento dei rifiuti e la realizzazione del mercato settimanale.

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook