A cura di Mario Cardone

Parte oggi un fine settimana destinato a restare nella storia di Pompei perché sono previste tre giornate ricche di musica jazz ed altri eventi culturali. Soprattutto di socialità aperta ai rapporti d’amicizia con gli ospiti nella convinzione che le conoscenze di culture diverse arricchiscono la vita.

Arriva in città anche la Commissione Cultura della Camera dei deputati, presieduta da Luigi Gallo, per incontrare istituzioni locali, dirigenza, studenti e volontari che sono stati parte attiva dell’evento.

La cittadinanza attiva assume, pertanto, il ruolo chiave riguardo alle strategie future e a giovani è socialità. Un strategia ambiziosa che apre una nuova era nei rapporti umani parlando il linguaggio della musica jazz.

Pompei è diventata ad un tratto l’ombelico del mondo. Una città dove è stato avviato il progetto sperimentale Smart@Pompei basato sull’implementazione tecnologica  e la sicurezza nell’ambito distretto turistico-culturale della Grande Bellezza, che coincide in senso ampio con la Buffer Zone Unesco. Una giornata piena di impegni per la Commissione Cultura della Camera dei deputati, i cui membri incontreranno soprattutto giovani, e concluderanno la giornata a Villa delle Ginestre a Torre del Greco, dove si celebra la cultura con l’intramontabile Leopardi.  

(Nella foto, il presidente della Commissione Cultura Luigi Gallo)