A cura di Mario Cardone

ll bollettino di oggi, 25 marzo, diramato dall’Autorità Sanitaria Locale, ha confermato i dati di 5 giorni fa a Pompei in merito all'emergenza coronavirus (9 casi positivi accertati, 2 deceduti). Segno che, grazie anche alla Madonna di Pompei, che sicuramente ci mette un occhio particolare, nel centro mariano il Covid-19 non si espande. I pompeiani stanno evidentemente mostrando saggezza.

Restano tutti a casa. Esce solo qualche residente che va a fare la spesa o porta fuori il cane. Uno di loro, che stava agli arresti domiciliari, è uscito di casa ma è stato immediatamente beccato dalla polizia.

L’Amministrazione comunale, da parte sua, ha disposto l’igienizzazione di tutte le strade di Pompei. In un turno durato tre giorni tutte le strade del centro e quelle della periferia sono state irrorate da un liquido sanificante a base di varichina, cosparso dal mezzo della società che ha in appalto il servizio d’igiene ambientale del Comune. 

I residenti chiusi in casa, che stanno soffrendo l’isolamento, possono anche avvalersi di un mezzo di socializzazione. Stare chiusi in casa da soli o in convivenza forzata con parenti “scomodi” provoca in alcuni casi un’ingestibile sensazione di ansia e di angoscia. Per fronteggiare tale disagio, il Comune di Pompei ha aderito al progetto “Lontani ma vicini” realizzato dalla Cooperativa Sociale L’Impronta che ha attivato e messo gratuitamente a disposizione uno sportello territoriale telefonico. Grazie a psicologi, educatori, assistenti sociali sarà fornito alla cittadinanza un servizio di assistenza telefonica in modo che alla emergenza sanitaria non si aggiunga un disagio emotivo. Tale servizio è attivo tutti i giorni dalle 9:00 alle 20:00 telefonando al numero di telefono 08119724446.