A cura di Mario Cardone

Opera oramai a pieno regime il reparto Covid-19 della Clinica Maria Rosaria di Pompei nella cura di pazienti in fase di guarigione.

Ieri una manifestazione di reciproco consenso, e di buon augurio, ha visto accomunati personale della Clinica e delle Forze dell’Ordine (Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia di Stato e Vigili Urbani). Un lungo applauso ha riunito medici, militari ed agenti, mentre da una finestra della Clinica veniva stato esposto uno striscione con la scritta "Grazie, uniti ce la faremo". Subito dopo, si è levato il suono delle sirene delle auto per ringraziare il personale sanitario, impegnato nella dura battaglia contro il coronavirus. 

Il dottore Luigi Cosenza (pneumologo) insieme al dottore Michele Migliaro (cardiologo), dirige il reparto Covid-19. I malati contagiati dal virus, ricoverati nella clinica, presentano patologie di lieve o media entità, mentre i casi gravi vengono ricoverati nei Covid-Hospital, attrezzati con reparti di terapia intensiva e sub-intensiva.

Il reparto Covid della Clinica Maria Rosaria ha una capacità di 16 posti letto. Non opera con respiratori polmonari ma ne è dotato per eventuali situazioni di emergenza. Il dottore Cosenza ha tenuto a precisare che il personale del reparto (8 medici, 13 infermieri e 7 ausiliari) operano nella massima sicurezza e l’ambiente è totalmente isolato dagli altri reparti di degenza.

I percorsi di entrata e di uscita dai reparti di regolare degenza sono diversi e alternativi rispetto a quello Covid. Questo ultimo, è sottoposto costantemente a controlli ed a speciali misure di scurezza. Per il personale sanitario e per i pazienti degenti del reparto Covid-19 è possibile accedere agli ascensori, in via esclusiva, solo con una tessera personale magnetica e digitale.