A cura di Mario Cardone

"Buona festa dei lavoratori. Rigrazio con tutto il cuore i miei collaboratori per il supporto e la collaborazione che hanno dao in questi anni - ha detto in un videmessaggio l'impreditore Mario Donnarumma, rivolto a quanti lavorano nelle sue aziende nei settori dell'edizia e dell'accoglienza turistica (un centinaio tra operai, cuochi, pizzaioli camerieri e quant'altro) -. Pur sapendo che ad oggi la Cassa integrazione non é ancora partita vi invito a comunicarmi le vostre esigenze. Cercheremo insieme di risolverle con la speranza che il Covid-19 ci faccia riprendere in santa pace. - ha proseguito. - Vi auguro un buona giornata (del 1 maggio) nella speranza di rivederci presto al nostro posto di combattimento".

Abbiamo tutti apprezzato il coraggio e l'intelligenza dell'imprenditore Mario Donnarumma quando, due mesi fa, ha comunicato che intendeva fare di encessità virtù nell'approfittare della pausa che imponeva a tutti la pandemia per ristrutturare e rilanciare il comparto albergiero, di ristorazione e servizi al turismo della sua articolata struttura aziendale.

Con il suo messaggio del 1 maggio ai collaboratori ad ogni grado e livello Mario Donnarumma ha dato anche prova del suo cuore di padre di famiglia nell'offrire solidarietà alle famiglie di quanti operano con lui, colpite dalla crisi economica, con l'augurio di fare squadra come sempre ter ripartire al più presto, meglio di prima.