A cura di Mario Cardone

Il parco archeologico di Pompei si esibisce come una bella signora che indossa in ogni occasione l’abito adatto a dare risalto alla sua grazia sotto una nuova veste. Con l’apertura eccezionale della Casa dei Pigmei e di altre prestigiose domus recentemente restaurate, il Parco Archeologico partecipa a pieno titolo alla Giornata Nazionale del Paesaggio 2019, prevista per il 14 marzo.

Le iniziative di valorizzazione sul tema del paesaggio riguardano principalmente l’Antica Pompei oltre ai siti archeologici di Oplontis, Stabia e l’Antiquarium di Boscoreale. Agli Scavi di Pompei è prevista la presentazione delle più belle pitture parietali della città riemersa dalle ceneri e lapilli, che raffigurano paesaggi esotici facendo risaltare la moda dell’epoca di dipingere, sulle pareti delle case, luoghi, personaggi e mestieri sconosciuti ai visitatori, come quelli degli affreschi del giardino della Casa dei Ceii, recentemente riaperta al pubblico. In essa è raffigurato un grandioso paesaggio con belve a caccia di animali dentro un ambiente naturale, oltre a due affreschi sulle pareti laterali del giardino che raffigurano paesaggi egizi. Quegli affreschi avevano lo scopo principale di stupire gli ospiti con la visione di paesaggi inediti insieme a quella che si potrebbe definire didattica. Vale a dire spiegare come è fatto il mondo lontano da Pompei.

Nella vicina Casa dell’Efebo, sempre nel giardino, il letto in muratura della sala da pranzo all’aperto presenta una lunga scena figurata sempre in paesaggio egizio.

La novità della giornata è rappresentata però dall’apertura della Casa dei Pigmei, dotata di un affresco con paesaggio egizio, popolato da alcuni personaggi (nani o pigmei), presso un luogo sacro che sorge sulle sponde del Nilo.

Agli Scavi di Oplontis a Torre Annunziata, invece si potrà ammirare un grande affresco del cortile di un santuario dedicato al dio Apollo insieme a due quadretti con sportelli (pinakes) siti a destra e a sinistra nella parete e raffiguranti due paesaggi marini.

Dalle ore 10 e alle ore 12 è prevista una visita guidata della Villa di Poppea e dell’affresco con paesaggio.

Anche a Villa S. Marco a Castellammare è prevista un'iniziativa dello stesso tipo e dalle ore 10 e alle ore 12 ci sarà una visita guidata.

Inoltre verranno presentati al pubblico due affreschi conservati nel deposito dell’Antiquarium di Boscoreale: il primo, proveniente da uno scavo clandestino, con due paesaggi raffigurati con la monocromia, realizzata nelle tonalità del verde. Il secondo affresco raffigura un paesaggio del mito greco di Narciso che specchiandosi in un laghetto, si innamora della sua immagine riflessa. Anche a Boscoreale dalle ore 10 e alle ore 12 è in programma una visita guidata.