A cura di Vincenzo Marasco

"Il Centro Studi Storici "Nicolò d'Alagno" è lieto di invitare tutti alla presentazione del libro della prof.ssa Lucia Muoio, "I Figli delle Muse. Arturo Vitale barone di Pontagio... e gli Altri", che si terrà sabato 7 dicembre 2019, alle ore 18.00, nella bellissima cappella dell'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento di Torre Annunziata, situata accanto alla maestosa chiesa dello Spirito Santo, meglio nota come "del Carmine", corso Vittorio Emanuele III, 322.

Per l'occasione, la presentazione del bellissimo lavoro svolto dalla prof.ssa Muoio, sarà allietata dall'esecuzione di brani inediti tratti dall'opera monumentale dei "Vitali", così come ama definirli l'autrice del testo, suonati al pianoforte dal Maestro Lino De Gregorio, cantati dal soprano Mariangela Vitulli e dal tenore Alessandro Oliva, e recitati dall'attore Antonio Annunziata. 

Con la pubblicazione di questo ampio e arduo lavoro di ricerca, la prof.ssa Muoio rende giustizia alle innumerevoli virtù di un grande ceppo familiare le cui vicissitudini si intrecciano con quelle storiche di Torre Annunziata e dell'Italia intera.

Leggere il suo libro sarà come compiere un viaggio incredibile e emozionale durante il quale l'impressione di poter rivivere i personaggi trattati diventa tangibile. Questo perché l'autrice dipinge con le sue parole i personaggi-attori indagati, rimasti incredibilmente celati per oltre un secolo, e, grazie alle numerose virtù, le loro anime ritornano in vita, intrise di sentimenti poetici e patriottici, e si aggirano tra le pagine per rinnovare le gesta di un’esistenza vissuta intensamente.

Tuttavia anche se le storie che Lucia delinea, indagando su "I Figli delle Muse", appaiono ricche di visioni, oggi reputabili anacronistiche, in ogni caso non dimostrano di appartenere esclusivamente al loro tempo, perché ci ripropongono ancora una volta questioni, dubbi e interrogativi di grande attualità.

In occasione di questa presentazione, il testo verrà distribuito gratuitamente in quanto sponsorizzato in toto, ma sarà gradita un'offerta a piacere. Il ricavato verrà poi devoluto alla Mensa dei poveri "Don Pietro Ottena" di Torre Annunziata.