La piaga degli asciugamani che puzzano di muffa può invadere i cassetti e gli armadi. I migliori detersivi igienizzanti sembrano non sortire alcun effetto. E allora come riuscire ad eliminare la puzza da asciugamani e indumenti vari, soprattutto quelli di colore nero?

Sono una maniaca del lavaggio di asciugamani. Li cambio ogni giorno e appena mi rendo conto che sono eccessivamente umidi, li sostituisco qualche volta anche due volte al giorno.

Eppure, malgrado ciò capita che i miei asciugamani abbiano un cattivo odore.

Qual è la causa? Qualche volta dipende dall’asciugatura, qualche altra dal lavaggio, qualche altra dal detersivo o dalla lavatrice. Ma procediamo con ordine.

Iniziamo con il chiarire alcuni aspetti: perché gli asciugamani puzzano? Il cattivo odore è sintomo di presenza di funghi che trovano terreno fertile per diffondersi in condizioni di umido e calore. Noi non li vediamo, ma loro sono invisibili e sentiamo odore di muffa o umidità è certo che loro sono in circolazione.

Come eliminare il cattivo odore?

Se dipende dalla lavatrice, allora dobbiamo svolgere delle operazioni di pulizia completa: oblò, cassetto e vano cassetto, guarnizioni, filtro, controllo tubo dell’acqua e di scarico e lavaggio a vuoto con candeggina o aceto e bicarbonato.

Se dipende dal lavaggio: i problemi potrebbero essere: la tipologia di detersivo, la quantità eccessiva di detersivo o l’ammorbidente. Alcune lavatrici non sciolgono bene caps o polveri, in tanti altri casi l’uso smodato di detersivi e ammorbidenti danneggia le fibre, usurandole e impregnandole di agenti chimici al punto che risulta difficile eliminarli del tutto. Inoltre, l’ammorbidente crea una patina che dona morbidezza ai capi, ma li rende incapaci di assorbire. In alternativa ai soliti detersivi è preferibile usare il sapone di marsiglia. Inoltre, dalla cenere o lisciva è possibile realizzare detersivi economici con grande capacità pulente, biodegradabili e 100% naturali e antiallergici.

Il cattivo odore potrebbe dipendere anche dall’asciugatura: dopo il lavaggio non lasciare il bucato in lavatrice; non riporlo umido nell’armadio e nei cassetti. Asciugare il bucato all’aria aperta o riporre in asciugatrice, dove impostare l’asciugatura completa o extra asciugatura.

La lavatrice è pulita, l’asciugatura è perfetta, il detersivo è quello di sempre e l’ammorbidente non lo usiamo più eppure gli asciugamani continuano ad avere un cattivo odore. Come rimediare?

Riunire tutti gli asciugamani che hanno odore di muffa/stantio/chiuso e riporli in lavatrice.

Avviare un lavaggio, a caldo, senza detersivo aggiungendo 250 ml di aceto bianco e 125 di bicarbonato di sodio oppure un tappo/mezzo bicchiere di candeggina se sono bianchi. Circa l’uso dell’aceto si consiglia di interpellare il tecnico o leggere il libretto delle istruzioni, in quando l’utilizzo non controllato potrebbe nuocere alla lavatrice.

Terminato il ciclo, avviarne uno nuovo con le dosi corrette di detersivo, aggiungendo un tappo di aceto nello scomparto ammorbidente, senza utilizzare quest’ultimo. Nella mia lavatrice, uso aggiungere un cucchiaio di bicarbonato e mezzo bicchiere di aceto nello scompartimento del detersivo, mentre quest’ultimo lo ripongo all’interno di un apposito palline, nell’oblò.

L’aceto ha la funzione di ammorbidire le fibre e neutralizzare i cattivi odori, rappresenta perciò un ammorbidente naturale ed economico che combatte germi e batteri. Il bicarbonato ha invece il potere di potenziare l’efficacia del detersivo, pertanto il suo utilizzo evita spregi da sovradosaggio.

Perché è importante lavare ed asciugare correttamente gli asciugamani e ogni altro capo? Perché la presenza di muffe può nelle situazioni più gravi creare danni alla salute, inoltre asciugamani, accappatoi, capi ancora umidi sistemati negli armadi e nei cassetti possono provocare danni a mobili e pareti facendo comparire la muffa.

Infine, dopo la doccia è bene stendere all’aperto accappatoio e asciugamani, senza appenderli direttamente in bagno. Una volta asciutti potranno essere utilizzati senza necessità di lavaggio.

Ricorda di utilizzare le dosi corrette di detersivo per evitare sprechi e difficoltà di risciacquo. Inoltre puoi potenziare l’effetto con un cucchiaio di bicarbonato o l’acido citrico che hanno un effetto sbiancare, pertanto attenzione ai colorati.